La neonatologia di Taranto ( foto Enzo Cei )
La ri...nascita a Taranto ( foto Enzo Cei )
Neonati a Taranto, la vita che vince ( foto Enzo Cei )
Il cerchio magico appartiene a te ( foto Enzo Cei )
I neonati di Taranto sui delfini vanno incontro alla vita ( foto Enzo Cei )

Il reparto

dr Oronzo Forleo  responsabile Struttura Complessa Neonatologia e TinLa storia della nostra associazione non può prescindere dal reparto, la Struttura Complessa di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale di Taranto, in cui è nata e presso cui ha la propria sede; infatti, si intreccia e interagisce intensamente con esso. E allora come non spendere due parole per descriverne la mission, le attività e il personale?

La mission
La struttura di Neonatologia e TIN si ispira al principio fondamentale di accogliere e assistere nel rispetto dei diritti e dei bisogni del neonato e della sua famiglia. L’umanizzazione delle cure e la cura delle relazioni e l’efficacia degli interventi sono al centro dell’assistenza erogata. La promozione dell’allattamento al seno per il benessere e la salute del bambino e della diade madre-bambino è sollecitata e perseguita con tenacia.
La S.C. di Neonatologia e TIN è l’unico centro di II livello della provincia di Taranto per l’assistenza dei neonati fisiologici e patologici e che necessitano di terapia intensiva. Rappresenta un riferimento anche per le regioni limitrofe; infatti afferiscono a Taranto anche i neonati provenienti dalla Calabria e dalla Basilicata.
La qualità dell’assistenza medico-infermieristica erogata insieme all’utilizzo delle più moderne e sofisticate tecnologie, costituisce una garanzia nel “percorso parto” per le nascite patologiche e a rischio di prematurità, bassa ed estremamente bassa; infatti, le gravidanze a rischio (il cosidetto “trasporto in utero”) vengono convogliate presso l’Ostetricia dell’ospedale “SS. Annunziata”.

Le attività
La struttura dispone di 10 letti di TIN (di cui 2 per l’isolamento) e 16 di Patologia Neonatale, nonché di 25 culle nel Nido per i neonati fisiologici.
Complessivamente nascono presso la Neonatologia di Taranto circa 2200 neonati 2017.
Ai neonati fisiologici vengono garantite le pratiche del rooming-in, l’allattamento al seno ed il contatto precoce dopo il parto.
Vengono ricoverati in Patologia e Terapia Intensiva Neonatale circa 900 neonati , circa il 70% di questi è inborn ossia nato presso la Neonatologia di Taranto e il 30% è outborn.  I neonati con età gestazionale inferiore alle 32 settimane rappresentano il 7% dei ricoveri.
La struttura garantisce:
l’assistenza in sala parto, fin dalla nascita, con garanzia di rianimazione primaria neonatale h24 e l'osservazione transizionale post-parto;
l’assistenza ai soggetti "inborn" ed "outborn" necessitanti di assistenza intensiva di qualsiasi peso o età gestazionale;
In particolare accoglie:
neonati in ventilazione assistita intubati o no;
neonati chirurgici in fase pre e post operatoria;
neonati con malformazioni complesse;
neonati con gravi compromissioni delle funzioni vitali e/o che abbisognino di procedure diagnostiche invasive oppure specialistiche;
neonati che devono terminare il percorso di accrescimento e sviluppo prima di essere dimessi;neonati che richiedono procedure diagnostiche invasive o trattamenti che necessitano di monitoraggi, ecc.;
neonati affetti da patologie croniche
Dopo la dimissione il neonato viene affidato al Pediatra di libera scelta, ma nei casi in cui questi necessita di controlli clinici e monitoraggi specifici, la struttura se ne fa carico attraverso l’ambulatorio di neonatologia che, oltre alle visite, garantisce gli esami strumentali (ecografie).

Il personale
Il personale assegnato alla S.C Neonatologia e TIN (comprendente la TIN, la Patologia Neonatale e il Nido) dispone di:  8 medici (compreso il Direttore della struttura), 1 coordinatrice, 46 infermieri, 3 puericultrici, 2 OSS e 7 ausiliari. Direttore: Dott. Oronzo Forleo.


Le attrezzature
Il reparto dispone di strumentazioni e tecnologie all’avanguardia. In particolare di: incubatrici e incubatrice da trasporto, ventilatori neonatali con le diverse modalità, CPAP e apparecchi per assistenza in alti flussi, pulsossimetri, monitor cardiorespirografici, apparecchi per O2 e CO2 transcutanea, ecografi, pompe di infusione.

facebook48Seguici

Per offrirti una migliore esperienza, questo sito utilizza cookie di profilazione.

Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.